Juve, legale: «Per Suarez richiesto esame senza riguardi»

"Nelle mie funzioni di legale ho messo in contatto lo staff del calciatore Luis Suarez con l'Università per stranieri di Perugia. Tale contatto faceva seguito alla verifica dei requisiti necessari per l'ottenimento della cittadinanza italiana e alla constatazione che il calciatore non fosse in possesso del certificato B1, richiesto dalle normative vigenti".

Così l'avvocato Maria Turco spiega in una dichiarazione a LaPresse, il suo coinvolgimento nell'inchiesta aperta ieri dalla procura di Perugia sull'esame sostenuto dal calciatore uruguaiano del Barcellona.

"Preciso - dichiara ancora l'avvocato - che le mie parole, captate con intercettazioni telefoniche, sono riportate fuori contesto e in maniera incompleta. Io ho infatti espresso chiaramente la richiesta che la procedura di esame avvenisse, come previsto, 'in presenza' e senza alcun tipo di trattamento di riguardo rispetto a qualsiasi altro candidato. Una analisi attenta di tali conversazioni potrà dimostrarlo senza ombra di dubbio".

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...