Tre croci di legno e una testa di maiale: macabro ritrovamento allo stadio del Livorno

Tre croci di legno con i nomi dei presunti responsabili della crisi del Livorno Calcio e, ai piedi di una di queste, la testa di un maiale. E' il macabro ritrovamento fatto questa mattina allo stadio Armando Picchi di Livorno, dove nella notte ignoti hanno piantato tre croci del tutto simili a quelle presenti nei cimiteri con i nomi di quelli che la tifoseria del Livorno Calcio - società fino a qualche anno fa in serie A, lo scorso anno retrocessa in serie C - ritiene essere responsabili della crisi sportiva e societaria amaranto. Si tratta dell'ex presidente Spinelli, del gruppo Carrano e della Banca Cerea. Ai piedi della croce "dedicata" al gruppo Carrano è stata aggiunta anche la testa di un maiale.

Inoltre, alla rete di recinzione interna dello stadio, è stato appeso un lungo striscione con la scritta "pagherete tutto, pagherete caro". L'episodio è stato immediatamente denunciato da parte del custode dello stadio ai carabinieri che hanno aperto una indagine per risalire agli autori del gesto. Gli inquirenti hanno pochi dubbi sulla matrice del fatto che sarebbe riconducibile ad ambienti vicini alle frange piu' calde della tifoseria del Livorno.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...