Grassani su Juve-Napoli 3-0: «Sentenza erronea, avanti step by step»

“Quando ci sono controversie di diritto è difficile esprimersi in maniera netta. Ma qui c’è un principio fondamentale di rispetto della regolarità di un campionato. Oggi i fatti e le evoluzioni totalmente negative non lasciano spazi a dubbi, ma già all’epoca la situazione dei contagi rischiava di sfuggire di mano". Lo ha detto l'avvocato del Napoli Mattia Grassani ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli a proposito della controversia fra il club campano e la Federazione sul caso della partita non giocata con la Juventus, con conseguente sconfitta per 3-0 a tavolino.

"La Asl Napoli ha scelto la prudenza e il rispetto delle regole. Se questo principio viene fatto proprio dalla Corte Sportiva d’Appello - aggiunge - e non si pensi ad una classifica fatta di asterischi per punti persi o vittorie a tavolino, credo che il comportamento maggiormente auspicabile e più orientato nei principi della Giustizia Sportiva sia quello di ritenere l’assoluta tumultuosità di quei giorni, le comunicazioni contraddittorie della Lega dopo le prescrizioni delle ASL. Questo deve portare a far prevalere lo sport". "Queste partite di cartello, se non si giocano in Serie A e si attribuiscono a tavolino che mortificano e penalizzano una società che non ha potuto viaggiare - prosegue - significa violentare il campionato ed è una mancanza di rispetto anche per le altre società. Mastrandrea dice che il sabato il Napoli già non voleva viaggiare, ma è una corbelleria smentita dai documenti”.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...