Fiorentina, Bonaventura: «Carte in regola per puntare all’Europa»

"Alla fine della stagione ho avuto diverse offerte, ma mi sono preso un po' di tempo visto che ero in Nazionale. Durante il ritiro mi ha chiamato la Fiorentina e ho dato subito l'ok. Penso che sia un club che ha ottime prospettive.
La squadra, guidata da un allenatore molto esperto (Iachini, ndr), potrà crescere negli anni grazie a un mix di calciatori esperti e giovani". Così, in un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport', Giacomo 'Jack' Bonaventura, 31enne centrocampista approdato ai viola dal Milan e appena divenuto papa' del piccolo Edoardo, per il quale ha lasciato il raduno azzurro per la Nations League prima del match con la Polonia. "Cosa mi ha colpito del presidente Commisso?

Mi fa piacere vedere che segue la squadra con grande passione e partecipazione. Avere il presidente così vicino è un grande stimolo per fare bene - aggiunge l'ex atalantino- Cosa vuol dire giocare accanto a Ribery? Franck non e' una sorpresa. E' uno che fa la differenza, e' nato per giocare a calcio. In passato lo avevo incontrato qualche volta, ma non lo conoscevo. Ora che siamo compagni ho notato con piacere che e' disponibile ad aiutare i compagni ed e' anche simpatico".

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...