Coronavirus, Casasco: «Assurdo bloccare attività giovanile nello sport»

"Ho apprezzato il Governo per gli interventi sulla sicurezza nel mondo del lavoro il 14 marzo con le parti sociali e sui protocolli dello sport a cui la Federazione Medico Sportiva Italiana ha attivamente partecipato. Mi fa piacere che parte dell’attività sportiva organizzata, come quella delle Federazioni, Enti di Promozione e Discipline Associate, che già applica i protocolli, a differenza di quelle ludico motorie, abbia avuto la giusta attenzione.

Ma è assolutamente non condivisibile e addirittura assurdo che l’Italia, su indicazione di parte del CTS, probabilmente non conoscendo l’organizzazione sportiva, sia salita sul podio dell’assurdo per aver bloccato esclusivamente tutta l’attività giovanile nello sport". Lo ha detto in una nota Maurizio Casasco, presidente della Federazione italiana medici sportivi. "Scuola e Sport giovanile devono essere allineati. Abbiamo inventato il lockdown dello sport giovanile. Non esiste un dato epidemiologico, non esiste un dato scientifico, non esiste alcuna logica per fermare i giovani sportivi e permetterlo agli adulti - aggiunge - semmai per paradosso poteva essere l’inverso. Il mondo giovanile sportivo è infatti essenzialmente provinciale ma le regole richiedono una corretta interpretazione 'dell’interesse regionale' che ci si augura possono essere presto fatte".

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...