Glik: «L’Italia è forte ma anche la Polonia sta bene»

"Quando vinci così tante partite, vuol dire che sei forte e stai bene. Però noi abbiamo le nostre armi, e domani possiamo fare una gran bella partita". Alla vigilia della sfida di Nations League a Danzica fra Polonia e Italia, nello stadio costruito per gli Europei del 2012, Camil Glik, difensore della nazionale di casa e del Benevento, fa professone di ottimismo dai microfoni di RaiSport. Anche perché domani nella Polonia torna Robert Lewandowski, e ciò vuol dire disporre di un bel asso nella manica.

"Purtroppo quest'anno non assegneranno il Pallone d'oro - dice Glik -, altrimenti Robert lo avrebbe meritato, perché ha fatto vinto la Champions e fatto numeri straordinari in Bundesliga e in Europa". Inevitabile un commento sui contagi del virus che, nel mondo, risalgono: "la situazione - dice Glik - non è migliorata, anzi è peggiorata, e purtroppo già la viviamo". Ma nonostante questo, domani a Danzica è annunciata la presenza di circa diecimila spettatori. Infatti stando alle normative anti-Covid in atto in Polonia, è prevista la presenza negli stadi, quindi anche in quello di Danzica, fino al 25% della capienza complessiva. Tradotto in cifre vuol dire che Polonia-Italia si disputerà di fronte a diecimila spettatori. (ANSA).

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ti potrebbe interessare...